FAMIGLIE D'ALTRI TEMPI

“Famiglie d’altri tempi” è una raccolta di 4 volumi che racchiude la saga di molte famiglie del Veneto, in particolare del territorio trevigiano, con la ricostruzione genealogica, il significato del cognome e l’origine del soprannome, l’emigrazione, le speranze e le delusioni, la sofferenza ma anche il riscatto e la voglia di progredire. Si tratta, in totale, di un’opera di circa duemila pagine corredate di centinaia di fotografie d’epoca. Mariano Berti ha fissato così la memoria non solo di tanti nuclei familiari, ma anche di un passato che rischiava di cadere per sempre nell’oblio.

Scopri le famiglie qui sotto, oppure guarda la lista di tutte le famiglie presenti cliccando qui

Il Selvaggio del Lagorai si è classificato terzo al IX Concorso Letterario Nazionale di Grottammare (AP), nella sezione "Libro edito di narrativa".

 Il video della Premiazione

 

di chi sei figlioE TU... DI CHI SEI FIGLIO?
SOPRANNOMI
pseudonimi e affini nelle famiglie, nella storia, nella letteratura, nell’arte, nello spettacolo, nello sport e nell’ambiente.

Me pàre se ciamava Joàni, me nòno Bèpo e so pàre Mèmo, e prima ancora no sò, me par Joàni ancóra...
Inizia così questo libro che parla di soprannomi e origine dei casati. Ogni comunità ha elaborato nel tempo un percorso fatto di mentalità, di forme culturali, di tradizioni e di rapporti interpersonali che ne rivelano l’identità. Tutto ciò si può leggere anche attraverso i nomignoli. Essi hanno conosciuto un vero boom dopo il 1866 che sancì l’annessione del Veneto al Regno d’Italia, come se si volesse affermare una specificità che si temeva di perdere...

Conosci l’origine del tuo soprannome
o quello del tuo casato?
Scoprilo in questo libro.

Una ricerca, un saggio, che
Attraverso aneddoti e saghe familiari
si legge come un libro di narrativa.

In appendice un elenco di oltre 2000 soprannomi
del Veneto e di altre regioni italiane.

Leggi tutto: E tu... di chi sei figlio?

Il selvaggio del Lagorai

“Sono un selvaggio. L’ho sempre saputo. Fin da ragazzo amavo più la compagnia della natura che quella umana. Scrutavo ogni cosa, conoscevo ogni pianta, ogni segno di vita era per me oggetto d’interesse. Mi piaceva da morire la campagna: era la mia vera casa. E intanto puntavo lo sguardo sul profilo delle montagne che esercitavano su di me un’irresistibile attrazione, ma che a quel tempo non potevo raggiungere. Molto dopo arrivò quel magico momento e da allora le montagne sono diventate parte della mia vita.”

 

Inizia così questo libro, che parla di natura, di ambiente da vivere e da rispettare perché noi ne siamo parte e la natura è un dono da conservare. È un libro di memorie ed esperienze ma anche di sogni e visioni. Fantasia e realtà si alternano nella descrizione dettagliata di alcune escursioni en plein-air sulle Dolomiti e su altre catene montuose. Ogni sagoma rocciosa, ogni anfratto, ogni fiore, ogni passo, ogni incontro fantastico - con il cervo Pascolino, con il fiume Chiacchierino, con l’orso Miele, con la marmotta Timidina, con l’albero Frondoso, con l’ominide Path - ricorda a Nick il suo passato, ma sempre proiettato a migliorare il futuro e la vivibilità sulla terra.

 

Libro premiato al IX Concorso letterario nazionale di Grottammare (AP), 2018; al 3° Premio letterario nazionale Unicamilano (2018); e un racconto tratto da questo libro è stato premiato all’XI Concorso letterario nazionale Salvatore Quasimodo di Bergamo (2017) e al Concorso Letterario nazionale di Cologna Spiaggia (Teramo), 2018. 

Si trova nei migliori store on-line pure in formato kindle. Youcanprint-selfpublishing, pagg. 338. (Per info contattare l’Autore: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! templates by AgeThemes